img-demo-1260x580

Infertilità maschile? Parliamone insieme

Sebbene sia un luogo comune pensare che l’infertilità sia un “problema solo femminile”, nel 40% dei casi di coppie sterili, la causa principale, se non esclusiva, dell’incapacità a concepire risiede proprio nell’uomo. E un terzo dei casi di infertilità può essere attribuito sempre a problemi maschili, come la bassa conta degli spermatozoi.

È quindi cruciale che i test per la fertilità vengano effettuati oltre che sulla donna anche sull’uomo. Ebbene sì, può essere imbarazzante scoprire di avere un problema di fertilità, ma non è messa in dubbio la “virilità”, anzi se si mettono da parte i timori e i preconcetti e prima ci si sottopone agli opportuni controlli ed eventuali trattamenti e più facile diventerà portare a termine con successo la desiderata gravidanza.

La visita urologica è il primo passo per valutare la presenza o meno di problemi di fertilità maschile. Anche qui, niente paura! La visita inizierà molto probabilmente con un’intervista da parte dello specialista che chiederà informazioni sui precedenti tentativi di concepimento, sulle tipologie di interventi chirurgici che avete subito e sulle medicine che state assumendo. Vi farà inoltre domande riguardo il vostro stile di vita che è fondamentale per tutto l’organismo e quindi anche per l’apparato riproduttivo: se fate attività fisica, fumate, fate uso di alcolici .

Farà poi una visita per valutare le condizioni fisiche generali e vi chiederà di descrivere con franchezza la vostra vita di coppia, se i rapporti sessuali sono sereni, soddisfacenti e quanto frequenti o se avete sofferto in precedenza di una malattia sessualmente trasmissibile.

Per valutare infine il numero e la vitalità degli spermatozoi, lo specialista vi chiederà un campione di liquido seminale che potrete raccogliere direttamente nello studio medico, o comunque nelle vicinanze, in quanto l’analisi va fatta il più velocemente possibile.

Facciamo quindi la visita e individuiamo con l’urologo le soluzioni migliori.

Articoli correlati

I commenti sono chiusi

Copyright © 2015 - 2017 - Tutti i diritti riservati

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.