QS-quotidiano-sanita

Le onde lineari contro la disfunzione erettile

La disfunzione erettile riguarda 3 milioni di maschi in Italia e sembra in diffusione anche tra gli uomini più giovani, secondo i dati emersi dal 21° Congresso Auro (Associazione Urologi Italiani) tenutosi a Giugno a Roma.
Gli esperti intervenuti hanno però spiegato che oggi esiste un’interessante opportunità di curare il disturbo senza l’ausilio di farmaci, ovvero con le onde d’urto lineari a bassa intensità (LISW).
Antonio Casarico del Centro Urologico di Eccellenza Asl 1 Imperia e Paolo Puppo, Direttore dello stesso Centro, hanno sottolineato che questo trattamento rappresenta una profonda rivoluzione per la disfunzione erettile a genesi vascolare (80% dei casi). Completamente indolore e senza effetti collaterali, ha una percentuale generale di successo intorno al 70%.
Le onde lineari, colpendo il pene, provocano in pratica un microtrauma cellulare in grado di stimolare la liberazione di fattori di crescita vascolare e la conseguente neovascolarizzazione del tessuto trattato. Questo consente di ripristinare il meccanismo erettivo e di ritrovare erezioni naturali, senza dover ricorrere a terapie farmacologiche a lungo termine che agiscono solo sui sintomi e a volte provocano fastidiosi effetti collaterali.

Fonte: Quotidiano Sanità – giugno 2014

Articoli correlati

I commenti sono chiusi

Copyright © 2015 - 2017 - Tutti i diritti riservati

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.